In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Montegrimano 2014 Cronache di uno Stage di Eccellenza

 

Cronache di uno Stage di Eccellenza

 Montegrimano 2014

 

L'Inizio

La magia dello Stage Estivo Nazionalevdi Montegrimano ci ha accolti anche quest’anno.

Ogni cosa già predisposta dall’efficiente staff del Phuong Long, con largo anticipo: i colori bianco e rosso, le consuete immagini di sapore orientale, la Pagoda e l’altare hanno accolto i partecipanti provenienti da tutta Italia, pronti a rivivere la magia di una settimana insieme.

Domenica pomeriggio primo allenamento per “bagnare” la materassina e la sera una lezione teorica di alto livello per il Phuong Long tenuta dal Maestro Roberto Vismara, solo la prima delle novità che ci accompagneranno in questo stage che è continua evoluzione.MonteGrimano 2014 C

Nella mattina di Lunedi altra novità: i praticanti potranno scegliere il carico di fatica che affronteranno durante la giornata.

Una banda verde per il “classico” e una arancione per una versione più “strong”. Scelta che dovranno mantenere per tutta la giornata e rinnovare ogni mattina. E poi tantissima tecnica sotto l’occhio vigile del Su Truong e del Giam Su Lahcen Gajdibbi che ci ha onorati della sua presenza. I lavori ai sacchi, uomini di legno e pali, anche per i meno graduati che possono iniziare questo affascinante tipo di percorso.

Alla sera condivisione giochi e tante risate. Qui la mente del Tạo Sư Antonio Varratta ha toccato vette irraggiungibili, ma lasceremo la parola ai filmati che potranno mostrare al Mondo intero di cosa è capace un praticante davvero motivato a vincere.

MonteGrimano 2014 D

 

I giorni del Sole e del Vento

 

Una delle cose più belle dello stage nazionale è sicuramente la possibilità di allenarsi all’aperto. Ne hanno approfittato la mattina gli “arancioni” con un particolarissimo allenamento in piscina, alternando esercizi in acqua e fuori, ritmo serrato a difficoltà crescente, prima di dedicarsi al lavoro dei pali, uomo di legno e sacchi.

La mattina successiva, mentre il vento sussurrava fra le chiome, i nostri ragazzi hannoMonteGrimano 2014 P affrontato la “salita”, ormai storico appuntamento a Montegrimano che mette alla prova la resistenza fisica e lo spirito. Sotto la direzione del Giam Su Lahcen Gajdibbi esercizi pensati per il potenziamento di braccia e gambe.

Tanta tecnica principalmente dedicata a i Thao Quyen Quan Ky e lavoro di base per le armi. Pomeriggi rivolti al combattimento, la velocità di esecuzione e la coordinazione mani-gambe.

Iniziati i combattimenti di armi sotto la direzione del Huan Su Daniele Parmeggiani, ottima occasione per chi non ha la possibilità di fare esperienza in palestra.

MonteGrimano 2014 L

 

Nuova lezione teorica del Direttore Tecnico Nazionale dedicata ai primi e secondi dang, in modo da preparare al meglio i nostri dirigenti.

Lo spirito sempre alto in un gruppo compatto e motivato, dove possiamo sempre trovare l’incoraggiamento e il sostegno di un compagno.

 

 

MonteGrimano 2014 Mare 4Il giorno del sale e della sabbia

 

Credo che uno dei ricordi più vividi di chi è stato qui a Montegrimano sia l’allenamento al mare.

Ritrovarsi alle quattro e mezza di mattina insonnoliti e piuttosto spaesati, salire sul pullman pensando a ciò che ci attende, mentre il letto ci chiama a gran voce e il corpo, ancora aggrovigliato fra i dolori dei giorni passati, chiede di rispondere senza indugio.MonteGrimano 2014 Mare 3

Ma basta il sorriso di un compagno, l’incoraggiamento dei più esperti ad aiutarci a superare i primi momenti di scoraggiamento. Ed eccoci a indossare il vo phuc davanti al mare, in una spiaggia meravigliosamente deserta, con il Sole che tinge appena l’orizzonte.

Cominciano le prime chiacchiere, si sente qualche risata e il clima si riscalda.

Il saluto tradizionale ricompone la disciplina ed eccoci a rotolare nella sabbia, strisciare e correre, poi l’acqua con il suo sapore salmastro e noi che scopriamo di potercela fare, di godere di questa occasione che ci porta fuori dall’ordinario mettendoci ancora una volta alla prova.

MonteGrimano 2014 Mare 6I compagni intorno, che come noi, s’impegnano e ci danno dentro, dimentichi dello sconcerto di poco prima. È un lampo e ci ritroviamo alla cerimonia della terra, insieme all’amico del cuore che ci aiuta a ricordare da dove veniamo e dove andremo. Un rituale che non stanca mai neppure chi, a questo stage, partecipa da trent’anni.

L’ultima corsa in mare (riuscendo a evitare anziane passanti ignare di quanto sta per succedere) gli scherzi e gli spruzzi.

Poi colazione e rientro tutti insieme. Questa è, ancora una volta, la parte magica: tutti insieme a faticare, a impegnarsi, a ridere e gioire del sole che scalda i nostri corpi, della sabbia che impregna i nostri vo phuc e del sale che indugia sulle nostre labbra!

 

MonteGrimano 2014 Festa

Momenti di festa 

 

Condivisione al nostro stage è anche il ritrovarsi in maniera informale per ridere e scherzare, prendersi un po’ in giro e gustare ottimi manicaretti. Per cui tutti alla Locanda, ormai storico appuntamento per i partecipanti, dove si mangia, si balla e si canta. Tra una portata e l’altra Tao Su Antonio Varratta ha “infierito” con nuovi divertentissimi 

MonteGrimano 2014 Festa5giochi che hanno messo a dura prova le squadre. 

Equilibrio, velocità e voglia di mettersi in discussione gli ingredienti indispensabili per vincere. Poi gara di ballo a squadre (abbiamo visto cose che voi umani…) e  alla fine tutti a Ballare compresi i Maestri Roberto Vismara e Lahcen Gajdibbi, insieme all’ospite della serata Florin Fraga Direttore Tecnico Austriaco.

Al rientro, per un’ottima digestione, allenamento notturno da terzo cap, un’altra prova superata dai nostri ragazzi che hanno tenuto duro fino all’agognato riposo.

MonteGrimano 2014 Percorso

 

Il giorno della prova e della condivisione

 

Siamo giunti all’ultimo giorno di stage, dopo le gare tecniche delle squadre eccoci al percorso di guerra. Come sappiamo sono le prove più dure a forgiare il carattere e il fisico, in questa settimana ne abbiamo superate molte, stringendo i denti, prendendo ispirazione dai più graduati e dalle cinture nere, aiutandoci e condividendo la fatica.

L’ultimo percorso racchiude tutte le prove: corsa, esercizi fisici, sacchi, uomini di legno.

Un ritmo serratissimo che ha visto le squadre procedere unite.

Questa condivisione ci unisce, ci mostra come da soli non siamo nulla. Non è solo questione di arrivare in fondo, ma di arrivarci insieme. Tutti i ragazziMonteGrimano 2014 Percorso1 sono stati all’altezza stringendo i denti e procedendo diritti fino all’obiettivo, senza lasciare indietro nessuno.

Condivisione è anche la cerimonia finale, un modo suggestivo per siglare un “arrivederci” e per ricordarci di chi ci ha donato la vita, di chi ci ha insegnato l’arte che amiamo e di chi ha condiviso questo percorso con noi.

Sia i compagni di stage che erano qui in questa settimana che tutti voi che siete passati per Montegrimano, lasciando un poco della vostra passione, del vostro coraggio e della vostra amicizia.

MonteGrimano 2014 CerimoniaAnche questo è un arrivederci al prossimo anno, per nuove emozioni da condividere insieme!

 

 

Tạo Sư Umberto Maggesi

 

 

 

 

 

 

 

Share